Intervista a Radio Fm1 al professor Simone Brancozzi, Dottore Commercialista e pubblicista de Il Sole 24Ore: l’impatto delle nuove leggi sui rapporti tra banche e imprese

Fermo – Intervista a Radio Fm1 al professor Simone Brancozzi, Dottore Commercialista e pubblicista de Il Sole 24Ore: l’impatto delle nuove leggi sui rapporti tra banche e imprese.

per approfondimenti partecipa ai prossimi eventi gratuiti in streaming– https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Il professor Simone Brancozzi, dottore commercialista e pubblicista de Il Sole 24Ore, ospite ai microfoni di Radio Fm1, intervistato da Alessandro Luzi, ha commentato le ultime leggi in merito alle attività aziendali e all’imprenditorialità. In particolare, negli studi radiofonici, si è parlato dell’impatto delle nuove leggi sui rapporti tra banche e imprese.

«Sono usciti tanti aggiornamenti legislativi che vanno a modificare i rapporti tra banche e imprese.
Il più importante, l’articolo 2086 comma 2, in vigore dal marzo 2019, impone agli imprenditori di dotare l’azienda di adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili al fine di intercettare gli indizi di crisi. Quest’obbligo prima non c’era e la mancanza di questi assetti provocherà una responsabilità diretta dell’amministratore rispetto ai debiti. L’obbligo in sostanza – ha specificato il prof. Brancozzi – è quello di gestire bene l’azienda, usando tutti gli strumenti scientifici e istituzionali al meglio. Le banche quindi, quando concedono credito, devono controllare se l’azienda sia adeguata dal punto di vista organizzativo, amministrativo e contabile secondo l’articolo 2086. Non basterà più quindi avere un bilancio bancabile. Questi nuovi assetti richiesti non riguardano quindi solo il controllo della contabilità ma anche le variabili intangibili come: team aziendale, formazione, innovazione e altri fattori che influenzano sulla performance aziendale».

Il professore ha poi fatto una considerazione sull’applicabilità di questa norma per le aziende del nostro territorio: «Le aziende marchigiane, spesso a conduzione familiare, hanno un background dal punto di vista economico aziendale: bravissime persone e grandi gestioni di problemi. Ora devono fare uno scatto per rispondere a queste nuove richieste ed obblighi. Manca un po’ questo bagaglio tecnico che dovrebbe essere coperto dai professionisti contabili. Questa norma ha portato l’esigenza di uno sviluppo culturale dal punto di vista aziendale e anche dei commercialisti e consulenti aziendali che non possono più limitarsi a compilare l’F24 per l’azienda. Si deve andare più in profondità per coadiuvare l’imprenditore. Quest’ultimo, spesso, è lasciato solo. Non bisogna dimenticarsi poi delle nuove linee guida dell’Eba (Autorità bancaria europea), che spingono le banche a finanziare solo chi risponde ai requisiti di sostenibilità in più ambiti: impatto ambientale, rapporti sociali e trasparenza di gestione. Il rating bancario non si baserà più solamente sul bilancio ma anche su queste nuove linee guida che spingono aziende e imprenditori a rendersi sostenibili, sani contabilmente e innovatori, al fine di eliminare gli indizi di crisi nella continuità aziendale».

Uno strumento indispensabile che i consulenti aziendali hanno a disposizione per le imprese è il Cruscotto di controlloⓇ (https://www.cruscottodicontrollo.it/), che permette di avere un monitoraggio costante sull’andamento aziendale attraverso la misurazione degli adeguati assetti, ma anche di tutti
quegli elementi intangibili non misurati nel bilancio come la soddisfazione della clientela, il brand, il clima aziendali o l’armonia tra soci, nel pieno rispetto dell’art 2086 cc, comma 2.
Il Cruscotto di ControlloⓇ è l’unico software in Italia basato sugli studi dei professori di Harvard Robert Kaplan e David Norton che nel 1992 idearono la Balanced Scorecard.

L’intervista è proseguita poi con uno sguardo alla storia mprenditoriale marchigiana: «A cavallo tra gli anni ’70 ed ’80 le aziende andavano meglio di oggi. C’era una maggiore cultura aziendale insita nel mondo contadino. La cultura contadina ci insegna che i debiti non si fanno. Si seminava e, in caso il raccolto fosse stato soddisfacente, si investiva. Oggi invece moltissime aziende non producono reddito. Gli imprenditori troppo spesso si soffermano sulla “cassa” non analizzando i problemi. Dobbiamo tornare ai valori contadini. Dobbiamo abbandonare l’idea che “the cash is king” e tornare ad incentivare il risparmio, spendendo in investimenti mirati, innovazione e formazione aziendale».

Infine, dal professor Brancozzi sono arrivati alcuni consigli riguardo la copertura del fabbisogno finanziario: «Il primo consiglio utile può essere quello di non indebitarsi nel breve termine. Se c’è un fabbisogno e un canale bancario praticabile, bisogna pensare ad un investimento a medio lungo termine. Se invece non si ha un canale bancario è importante coinvolgere dei soci, ovviamente con un progetto valido, programmato e che guarda al futuro con visione strategica».

Link all’articolo sul giornale web: https://www.cronachefermane.it/2022/12/23/come-cambiano-i-rapporti-tra-banche-e-imprese-con-le-nuove-norme-anti-crisi-economica-simone-brancozzi-a-radio-fm1-videointervista/545689/?fbclid=IwAR2cilfJ1u5MavNQs6W5KMN5LhWiFCQ7ETrwOghKZBV40hpgFr9OBJo-BEo/

Gli amministratori sono responsabili dei DANNI causati in caso di default per mancanza di adeguati assetti!

❗Buongiorno collega, di recente mi è capitato di leggere un articolo in cui si sosteneva che gli amministratori non sono responsabili dei debiti: questo è vero, ma è anche vero che gli amministratori sono responsabili dei DANNI causati in caso di default per mancanza di adeguati assetti organizzativi amministrativi e contabili!
❗Un amministratore che non rispetta i suoi obblighi gestori, come ad es. il 2086, può essere chiamato in causa dai soci, dal curatore fallimentare… e da chiunque abbia perso qualcosa in conseguenza del suo comportamento.
Ci sono diverse sentenze in tale proposito (eccone alcune riepilogate brevemente https://tinyurl.com/mrmk339k/
)

Dal 19 marzo 2019, col 2086 2° comma, il 6° comma 2476 crea una responsabilità civilistica: e ci sono molti avvocati che attualmente stanno facendo decreti ingiuntivi proprio basandosi sul 6° comma 2476!

Parleremo di queste tematiche, della Riforma della Crisi d’impresa, del Cruscotto e di tanto altro gratuitamente ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi (oltre 700 hanno già adottato la Balanced Scorecard – Cruscotto di Controllo®) ecco i prossimi): https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Come trovi scritto nel recente articolo che ho pubblicato al link seguente https://www.cruscottodicontrollo.it/i-magistrati-stanno-concentrando-i-loro-studi-sugli-adeguati-assetti/

al momento della chiusura del proprio bilancio nella Nota Integrativa un amministratore dichiara sotto la propria responsabilità due cose fondamentali, ovvero: che l’impresa è dotata di adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili nel rispetto dell’art. 2086 cc che ha provveduto alla misurazione della continuità aziendale È davvero così?

Quali strumenti utilizza la tua impresa per misurarli? Altrimenti si sta dichiarando il falso! “

Parleremo di adeguati assetti, Riforma della Crisi d’impresa, del Cruscotto e di tanto altro gratuitamente ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi (oltre 700 hanno già adottato la Balanced Scorecard – Cruscotto di Controllo®) ecco i prossimi):https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Ai nostri eventi sarà relatore Simone Brancozzi, Dottore commercialista e pubblicista de Il Sole 24 Ore ha ideato il Cruscotto di Controllo® (https://www.cruscottodicontrollo.it/
) per consentire una gestione aziendale basata su strumenti scientifici e monitorare costantemente l’andamento dell’impresa.
Introdotto nel 2007, è diventato il ‘Pyramidion’ del Network Consulenti Aziendali (https://consulentiaziendaliditalia.it/
).

«Ad oggi lo utilizzano circa 700 professionisti del settore e condividono con me queste ricerche – ha spiegato – Sostanzialmente serve per sapere cosa è accaduto e cosa sta accadendo all’interno dell’azienda senza aspettare le risultanze del bilancio.
Questo consente alle aziende di organizzarsi dal punto di vista organizzativo, amministrativo e contabile, così come previsto dalla nuova normativa sulla crisi d’impresa in particolare dall’art. 2086, comma 2. In tale modo si possono correggere in tempo reale alcune disfunzioni nel modus operandi prima che gli effetti negativi vadano in bilancio grazie ad alcuni indicatori (KPI – Key Performance Indicator) qualitativi e non di bilancio che misurano le azioni che si stanno compiendo e che poi produrranno effetti sul bilancio.
Il Cruscotto di Controllo® è uno strumento semplice, economico, immediato ed efficace.
Oggi in Italia è il primo e unico software cloud basato sulla Balanced Scorecard che permette di rispettare la nuova riforma della crisi ed è un prodotto realizzato interamente nel fermano che di fatto pone il nostro territorio al centro di questa tematica che oggi in Italia, data la rilevanza mediatica, sta destando molto interessa fra gli operatori del settore, soprattutto commercialisti».

Ti consigliamo di essere aggiornato su questi aspetti (e conoscere il Cruscotto di Controllo®) per il bene delle tue aziende clienti e per la tua sicurezza: puoi farlo gratuitamente partecipando ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Buon lavoro!

Simone Brancozzi

Sito web: https://www.ilnuovocommercialista.it

Email: studio@ilnuovocommercialista.it
Tel. 0734/605020
N° verde 800135806
Mobile 3357589095

Calcolo del cash flow e analisi dei flussi: la cosa più inutile che si possa fare

📶Buongiorno collega,
alcuni colleghi, soprattutto i #finanzialisti, pensano che il calcolo del cash flow e dei flussi siano una cosa straordinaria.
✅C’è una grandezza nell’analisi di bilancio che si chiama capitale circolante netto (ccn), che è dato da:
crediti+cassa+magazzino liquidabile nei 12 mesi-i debiti a breve

Se io chiudessi oggi con CCN positivo significa che chiuderei con i soldi in tasca. Se ho CCN positivo significa che ho cassa nei 12 mesi.

In base a questo ragionamento non ha senso calcolare i flussi di cassa se il CCN è positivo.
Ha invece senso calcolare i flussi di cassa se il CCN è negativo (appunto perchè devo ingegnarmi su come “arrivare a fine mese”).

In definitiva l’analisi dell’equilibrio finanziario non ha senso farla sui flussi di cassa, ma ha senso farla sul CCN.

Ricordo anche che se il CCN è negativo, l’azienda si è finanziata male… e ricordo anche che sul mio Cruscotto di Controllo® il calcolo corretto del CCN viene fatto.

Guarda il video per approfondire e partecipa ai nostri eventi sul Cruscotto di Controllo® per avere formazione gratuita sulla gestione aziendale e sulle tematiche della riforma della crisi; ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi (oltre 700 hanno già adottato la Balanced Scorecard – Cruscotto di Controllo® e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi):
https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Ai nostri eventi sarà relatore Simone Brancozzi, Dottore commercialista e pubblicista de Il Sole 24 Ore ha ideato il Cruscotto di Controllo® ( https://www.cruscottodicontrollo.it//) per consentire una gestione aziendale basata su strumenti scientifici e monitorare costantemente l’andamento dell’impresa.
Introdotto nel 2007, è diventato il ‘Pyramidion’ del Network Consulenti Aziendali ( https://consulentiaziendaliditalia.it/).

«Ad oggi lo utilizzano circa 700 professionisti del settore e condividono con me queste ricerche – ha spiegato – Sostanzialmente serve per sapere cosa è accaduto e cosa sta accadendo all’interno dell’azienda senza aspettare le risultanze del bilancio.
Questo consente alle aziende di organizzarsi dal punto di vista organizzativo, amministrativo e contabile, così come previsto dalla nuova normativa sulla crisi d’impresa in particolare dall’art. 2086, comma 2. In tale modo si possono correggere in tempo reale alcune disfunzioni nel modus operandi prima che gli effetti negativi vadano in bilancio grazie ad alcuni indicatori (KPI – Key Performance Indicator) qualitativi e non di bilancio che misurano le azioni che si stanno compiendo e che poi produrranno effetti sul bilancio.
Il Cruscotto di Controllo® è uno strumento semplice, economico, immediato ed efficace.
Oggi in Italia è il primo e unico software cloud basato sulla Balanced Scorecard che permette di rispettare la nuova riforma della crisi ed è un prodotto realizzato interamente nel fermano che di fatto pone il nostro territorio al centro di questa tematica che oggi in Italia, data la rilevanza mediatica, sta destando molto interessa fra gli operatori del settore, soprattutto commercialisti».

Ti consigliamo di essere aggiornato su questi aspetti (e conoscere il Cruscotto di Controllo®) per il bene delle tue aziende clienti e per la tua sicurezza: puoi farlo gratuitamente partecipando ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Buon lavoro!

Simone Brancozzi

Sito web: https://www.ilnuovocommercialista.it/

Email: studio@ilnuovocommercialista.it/
Tel. 0734/605020
N° verde 800135806
Mobile 3357589095

I Magistrati stanno concentrando i loro studi sugli Adeguati Assetti

◆Buongiorno collega, tra i quaderni recentissimamente pubblicati dalla Scuola Superiore della Magistratura, Ente di formazione e aggiornamento professionale per Magistrati, risalta quello su “Gli assetti organizzativi per l’impresa”.

Ovvero La Scuola Superiore della Magistratura sta facendo aggiornare i Magistrati, e quindi anche i Giudici Delegati, sul tema degli adeguati assetti. La cosa fa il paio con la recente pubblicazione delle Linee Guida del Consiglio Superiore della Magistratura, anche se in materia di procedure concorsuali.

Tutto questo ci sta facendo capire che l’istituzione degli adeguati assetti nella gestione dell’impresa e la loro corretta misurazione avranno un ruolo chiave nelle problematiche giurisdizionali di diritto commerciale e fallimentare del prossimo futuro. Per essere aggiornato su questi aspetti per il bene delle tue aziende ti consigliamo di partecipare gratuitamente ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi (oltre 700 hanno già adottato la Balanced Scorecard – Cruscotto di Controllo e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi): https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming

Anche da colloqui informali con qualche Giudice Delegato, incaricato di fallimenti e concordati, emerge chiaro l’indirizzo di spostare l’attenzione sugli adeguati assetti nel momento in cui si verifica una crisi aziendale. Per non parlare poi della responsabilità civile legata al rimborso dei danni causati dagli amministratori, la quale verte tutta attorno agli adeguati assetti e il mancato rispetto da parte loro dell’art. 2086, comma 2.

Come si può vedere nell’approfondimento a questo link https://www.cruscottodicontrollo.it/wp-content/uploads/2022/11/SSM-Gli-assetti-organizzativi-dellimpresa.pdf, il primo articolo di questa raccolta è scritto proprio da Renato Rordorf, Presidente della Commissione Rordorf che ha lavorato sulla Riforma della crisi (l’art. 3 di tale riforma è incentrato sugli adeguati assetti.

Se si pensa che i primi due riguardano le definizioni, questo vuol dire che gli adeguati assetti hanno un ruolo sempre più centrale nella gestione delle imprese in Italia). Un imprenditore che non pone attenzione a questa problematica è un imprenditore che non si prende adeguatamente cura dell’impresa e della sua continuità.

Al momento della chiusura del proprio bilancio nella Nota Integrativa un amministratore dichiara sotto la propria responsabilità due cose fondamentali, ovvero: che l’impresa è dotata di adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili nel rispetto dell’art. 2086 cc che ha provveduto alla misurazione della continuità aziendale È davvero così?

Quali strumenti utilizza la tua impresa per misurarli? Altrimenti si sta dichiarando il falso! Per essere aggiornato su questi aspetti per il bene delle tue aziende ti consigliamo di partecipare gratuitamente ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi (oltre 700 hanno già adottato la Balanced Scorecard – Cruscotto di Controllo e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi):https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming

Ai nostri eventi sarà relatore Simone Brancozzi, Dottore commercialista e pubblicista de Il Sole 24 Ore ha ideato il Cruscotto di Controllo® (https://www.cruscottodicontrollo.it
/) per consentire una gestione aziendale basata su strumenti scientifici e monitorare costantemente l’andamento dell’impresa. Introdotto nel 2007, è diventato il ‘Pyramidion’ del Network Consulenti Aziendali (https://www.cruscottodicontrollo.it/).

«Ad oggi lo utilizzano circa 700 professionisti del settore e condividono con me queste ricerche – ha spiegato – Sostanzialmente serve per sapere cosa è accaduto e cosa sta accadendo all’interno dell’azienda senza aspettare le risultanze del bilancio. Questo consente alle aziende di organizzarsi dal punto di vista organizzativo, amministrativo e contabile, così come previsto dalla nuova normativa sulla crisi d’impresa in particolare dall’art. 2086, comma 2.

In tale modo si possono correggere in tempo reale alcune disfunzioni nel modus operandi prima che gli effetti negativi vadano in bilancio grazie ad alcuni indicatori (KPI – Key Performance Indicator) qualitativi e non di bilancio che misurano le azioni che si stanno compiendo e che poi produrranno effetti sul bilancio. Il Cruscotto di Controllo® è uno strumento semplice, economico, immediato ed efficace.

Oggi in Italia è il primo e unico software cloud basato sulla Balanced Scorecard che permette di rispettare la nuova riforma della crisi ed è un prodotto realizzato interamente nel fermano che di fatto pone il nostro territorio al centro di questa tematica che oggi in Italia, data la rilevanza mediatica, sta destando molto interessa fra gli operatori del settore, soprattutto commercialisti». Ti consigliamo di essere aggiornato su questi aspetti (e conoscere il Cruscotto di Controllo®) per il bene delle tue aziende clienti e per la tua sicurezza: puoi farlo gratuitamente partecipando ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi:https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming

Il tribunale di Siracusa dichiara composizione negoziata vietata se l’azienda è in stato di insolvenza

Buongiorno collega, il contenuto che ti condivido oggi è una vera e propria BOMBA.

Così si è espresso il tribunale di Siracusa, con uno dei primissimi provvedimenti, datato 14 settembre, su uno dei punti più controversi al tempo dell’approvazione della nuova disciplina salvaimprese “Non può avere accesso alla composizione negoziata della crisi l’impresa già in insolvenza. Ma se l’insolvenza matura nel corso della procedura non ne influenza il possibile esito.“

Questo significa che in composizione negoziata possono accedere solo le aziende che STANNO INIZIANDO ad avere difficoltà.

E come si fa a stabilire quando un’azienda sta iniziando ad avere difficoltà? E’ l’art. 3 della norma della crisi d’impresa che chiarisce il quadro, che sintetizziamo così: “tu azienda devi avere ADEGUATI ASSETTI organizzativi, amministrativi e contabili al fine di intercettare gli indizi di crisi. Qualora tu rilevassi indizi di crisi è allora che puoi rivolgere alla composizione negoziata e non DOPO che la crisi si è già palesata”.

E quindi ora la domanda è: “come fa un’azienda a capire se ha ADEGUATI ASSETTI?”

Nella checklist di cui all’art. comma 3 vi è un elenco di 61 domande, ed anche qui sintetizziamo chiarendo che occorre avere strumenti di controllo in grado di misurare parametri che influenzano il futuro andamento dell’ azienda.

Alcuni software, a tale proposito, affermano di avere strumento di questo tipo, ma in realtà hanno solo STRUMENTI DI ANALISI DI BILANCIO, che sono appunti strumenti basati sul passato e non in grado di misurare parametri che influenzano il futuro andamento dell’ azienda. Questi software NON SONO quindi adeguati alla normativa!

Pertanto ad oggi, in Italia, l’unico software in grado di misurare gli adeguati assetti è il Cruscotto di Controllo®, perchè contiene tutta una serie di controlli qualitativi looking-forward, cioè orientati al futuro, come:

-monitoraggio continuo

-sistema di KPI

-analisi di scenario…

Ricorda che se la crisi si vede dai dati di bilancio, significa che la crisi c’è già (così ha stabilito anche il tribunale di Siracusa) e quindi l’azienda non può accedere alla composizione negoziata!!

Più sotto trovi l’articolo completo in formato pdf e per tutti gli approfondimenti del caso, confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda senza impegno, puoi partecipare ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata, ecco il prossimo:https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Ai nostri eventi sarà relatore Simone Brancozzi, Dottore commercialista e pubblicista de Il Sole 24 Ore ha ideato il Cruscotto di Controllo® (https://www.cruscottodicontrollo.it/) per consentire una gestione aziendale basata su strumenti scientifici e monitorare costantemente l’andamento dell’impresa.
Introdotto nel 2007, è diventato il ‘Pyramidion’ del Network Consulenti Aziendali (https://consulentiaziendaliditalia.it/).

«Ad oggi lo utilizzano circa 700 professionisti del settore e condividono con me queste ricerche – ha spiegato – Sostanzialmente serve per sapere cosa è accaduto e cosa sta accadendo all’interno dell’azienda senza aspettare le risultanze del bilancio.
Questo consente alle aziende di organizzarsi dal punto di vista organizzativo, amministrativo e contabile, così come previsto dalla nuova normativa sulla crisi d’impresa in particolare dall’art. 2086, comma 2. In tale modo si possono correggere in tempo reale alcune disfunzioni nel modus operandi prima che gli effetti negativi vadano in bilancio grazie ad alcuni indicatori (KPI – Key Performance Indicator) qualitativi e non di bilancio che misurano le azioni che si stanno compiendo e che poi produrranno effetti sul bilancio.
Il Cruscotto di Controllo® è uno strumento semplice, economico, immediato ed efficace.
Oggi in Italia è il primo e unico software cloud basato sulla Balanced Scorecard che permette di rispettare la nuova riforma della crisi ed è un prodotto realizzato interamente nel fermano che di fatto pone il nostro territorio al centro di questa tematica che oggi in Italia, data la rilevanza mediatica, sta destando molto interessa fra gli operatori del settore, soprattutto commercialisti».

Per approfondire gratuitamente tutto questo puoi partecipare ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda, ecco i prossimi: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

5° Convention del Network Consulenti d’Italia e prossimi eventi

Il 2022 è stato l’anno della 5° Convention del Network Consulenti Aziendali d’Italia.
Il Network si è riunito nella splendida location del Muse, a Trento, Museo delle Scienze che si trova a sud dello storico palazzo delle Albere, in un palazzo all’interno del quartiere residenziale Le Albere, entrambi progettati da Renzo Piano.
Quest’anno come titolo della convention, svoltasi dall’1 al 4 settembre, è stato scelto “Evoluzione digitale del Commercialista e del Consulente Aziendale”.
Come al solito si è tratto di una vacanza formativa, con 2 mattine trascorse in aula a fare formazione, ed il resto del soggiorno trascorso a visitare i dintorni (come è possibile vedere dalle foto più in basso).

Il network dei consulenti aziendali d’Italia https://www.consulentiaziendaliditalia.it/ è composto esclusivamente da Dott.ri commercialisti e consulenti aziendali che condividendo la visione circa il futuro della professione: lontano dal fisco non più prestatori di servizi, ma consulenti strategici che hanno deciso di migliorare i propri studi professionali adottando servizi ad alto valore aggiunto come ad esempio il Cruscotto di controllo, che rappresenta il primo step verso questa evoluzione professionale.

A proposito di Cruscotto ti invitiamo ai prossimi eventi gratuiti in aula: https://www.ilnuovocommercialista.it/eventi/ e in streaming https://www.ilnuovocommercialista.it/eventi-in-streaming/

L’organizzazione dell’evento quest’anno è stata appannaggio dello Studio Festi, il “padrone di casa” appunto, mentre la direzione dei lavori in aula è stata del Prof. Simone Brancozzi, creatore del Network e ideatore del Cruscotto di Controllo: il primo ed unico software di controllo di gestione cloud basato sulla BSC che misura la continuità aziendale in linea col nuovo art. 2086 c.2 c.c., e coordinatore del network dei consulenti aziendale d’Italia.

I professionisti presenti in aula rappresentanti studi di commercialisti provenienti da tutta Italia a cui vanno aggiunti i collegati via web attraverso i canali social del network.

Per qualsiasi approfondimento sul futuro della professione, sugli strumenti, le tecniche, i consigli e la vision da seguire per pensare al futuro con ottimismo ed impostare al meglio le nostre vite professionali, ti consiglio di partecipare ai prossimi eventi Gratuiti in streaming sulla Balanced Scorecard.

Clicca sui link seguenti per info e iscrizioni ai prossimi eventi: https://www.ilnuovocommercialista.it/eventi/

Qui di seguito trovi del materiale divulgativo dell’evento, testimonianze e foto relativi alla Convention.

TESTIMONIANZE DELL’EVENTO

Di seguito indico i miei recapiti per qualunque necessità o anche solo per un incontro conviviale:” Pio Di Donato

“Carissimi colleghi e Amici, desidero esprimere a nome di tutti i colleghi della Sicilia il più sincero apprezzamento per l’encomiabile impegno di Alessandro e Daniela per la riuscita dell’evento.
Un sincero ringraziamento al nostro KEY MAN Simone e a tutti i suoi collaboratori che hanno dato un contributo all’ideazione e competente esecuzione.
Il prossimo G7 sarà una vetrina per la Sicilia.
Ci impegneremo tutti per organizzare e preparare un programma che possa farvi sentire non ospiti ma a casa vostra.
Buon inizio di settimana.” Gaspare Magro

“Ringrazio tutti per le belle giornate passate insieme, per la convivialità dei partecipanti, e per tutti gli spunti di condivisione e novità che ci ha dato il network!! Alla prossima un abbraccio e saluti a tutti! ” Floriano Cardace

“Un grazie a tutti coloro che hanno avuto un ruolo in questa organizzazione ( non importa se il ruolo e grande o piccolo perché se l’ingranaggio si inceppa …. ).”




Intervista su Radio Fermo 1, i nuovi obblighi per gli imprenditori in tema di prevenzione delle crisi

Condivido con piacere questa mia intervista su Radio FM1 ad oggetto: i nuovi obblighi per gli #imprenditori in tema di prevenzione delle crisi ed alcune considerazioni sul particolare momento attuale. Mi farebbe piacere se tu la ascoltassi.

Il software cloud Cruscotto di Controllo®

Il 𝗖𝗥𝗨𝗦𝗖𝗢𝗧𝗧𝗢 𝗗𝗜 𝗖𝗢𝗡𝗧𝗥𝗢𝗟𝗟𝗢 𝗔𝗭𝗜𝗘𝗡𝗗𝗔𝗟𝗘® è il primo e unico software cloud in Italia, basato sulla Balanced Scorecard, che rispetta la Riforma della Crisi entrata in vigore il 15 luglio 2022.

E’ un software di tipo qualitativo, semplice, economico ed efficace.

E’ il minimo che deve fare QUALSIASI AZIENDA, dalla “signora Maria” all’azienda più strutturata.

Molte case di software dicono di avere un software per la crisi, ma in realtà hanno solo un software che fa analisi di bilancio, cioè analisi di tipo quantitativo: la Riforma della Crisi richiede invece analisi di tipo qualitativo, con dati nuovi, freschi e prospettici (forward-looking, cioè guardano avanti) e non dati basati sul bilancio (che sono backward-looking, cioè guardano indietro).

Scopri il Cruscotto di Controllo Aziendale® su https://www.cruscottodicontrollo.it/ e richiedi una demo gratuita o partecipa ai corsi #gratist in diretta #streaming (durata 4h, a tua scelta mattina o pomeriggio) che puoi scegliere su https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

La zona di comfort del fiscalista è saltata per aria

Buongiorno collega, il 15 luglio è entrata definitivamente in vigore la riforma della crisi, una riforma di stampo anglosassone, molto lontana dai canoni latini e per questo sta destando scalpore presso gli addetti ai lavori.

Il cardine della riforma della crisi è l’early warning, l’allerta precoce per cui fra i doveri gestori di amministratori, sindaci, revisori e consulenti al primo posto è quello che l’azienda deve essere gestita bene.

Una delle conseguenze dell’early warning è che venga stabilito un limite superato il quale un soggetto esterno debba suggerire all’impresa che questa è in crisi, in particolare dal comma 4 dell’art 3.

Quello che più ha scandalizzato è il limite dei 5.000 euro dell’iva tant’è che AdE, in ottemperanza a questa disposizione, sta mandando delle lettere di compliance.

Molti si sono scandalizzati di questo ma se ci pensate bene è una cosa normalissima anzi, ben venga. Quarant’anni fa nessuno si sarebbe sognato di non pagare l’iva. Ora invece sta diventando una cosa comune, ma ricordo che l’iva è una partita di giro, se è trattenuta è un finanziamento, se è strutturale è chiaro che le cose non vanno bene.

E’ una rivoluzione che l’AdE ha sottolineato e fa capire che la zona di confort del fiscalista è saltata per aria.

Quindi cosa fare?

Per formarti sulla Riforma della Crisi e capire come comportarti esattamente per essere conforme alla normativa e rendere adeguati anche i tuoi clienti, puoi partecipare ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Solo da gennaio ad oggi sono oltre 1.000 i professionisti formati dal Prof. Brancozzi (pubblicista sul Sole24Ore e ideatore del Cruscotto di Controllo®), e ti ricordiamo che sono oltre 500 in tutta Italia i partner del network https://www.consulentiaziendaliditalia.it che hanno già adottato il Cruscotto di Controllo® .

Ai nostri corsi sarai formato gratuitamente e saprai esattamente cosa fare una volta tornato in studio. Puoi partecipare ai miei prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Buon lavoro!

Simone Brancozzi

Sito web: https://www.ilnuovocommercialista.it

Email: studio@ilnuovocommercialista.it

Tel. 0734/605020 N° verde 800135806 Mobile 3357589095

Anche i grandi oppositori della Riforma della Crisi si sono ravveduti

Buongiorno collega, è sui giornali di questi giorni (che vedi qui sotto) che anche grandi nomi sono “entrati nel nostro” partito, quello della continuità aziendale , quello della continuità aziendale.

“Hanno scoperto” che ESISTE il 2086, e che quindi bisognerà gestire bene le aziende, se uno non lo fa l’imprenditore rischia personalmente, che l’Agenzia delle Entrate manderà la propria messa in mora, ecc….

Oggi per un professionista serio che vive in un paese come il nostro diventa improrogabile formare/informare i propri client su questi aspetti. E attenzione che la messa in mora è anche per noi ! (guarda il video sotto per capire di cosa sto parlando)

Per formarti sulla Riforma della Crisi e capire come comportarti esattamente per essere conforme alla normativa e rendere adeguati anche i tuoi clienti, puoi partecipare ai nostri prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Solo da gennaio ad oggi sono oltre 1.000 i professionisti formati dal Prof. Brancozzi (pubblicista sul Sole24Ore e ideatore del Cruscotto di Controllo®), e ti ricordiamo che sono oltre 500 in tutta Italia i partner del network https://www.consulentiaziendaliditalia.it/ che hanno già adottato il Cruscotto di Controllo® .

Ai nostri corsi sarai formato gratuitamente e saprai esattamente cosa fare una volta tornato in studio.

Puoi partecipare ai miei prossimi eventi in streaming gratuiti di mezza giornata in cui potrai anche confrontarti con i tuoi colleghi e fare qualsiasi domanda: https://www.cruscottodicontrollo.it/eventi-in-streaming/

Buon lavoro!

Simone Brancozzi

Sito web: https://www.ilnuovocommercialista.it/
Email: studio@ilnuovocommercialista.it
Tel. 0734/605020
N° verde 800135806
Mobile 3357589095

https://consulentiaziendaliditalia.it/wp-content/uploads/2022/08/z3.jpg/
https://consulentiaziendaliditalia.it/wp-content/uploads/2022/08/z2.jpg
https://consulentiaziendaliditalia.it/wp-content/uploads/2022/08/z1.jpg